un altro buon risultato: costituzione Ufficio d'Ambi

Categoria: Como provincia Pubblicato: Giovedì, 14 Luglio 2011 Stampa Email

Come avrete già saputo il giorno 28 giugno l’assemblea dell’ATO (composta dai sindaci aderente all’ATO) ha votato per la proroga del Consorzio al 30 ottobre 2011, questo vuol dire che fino a quella data è sospesa l’approvazione dell’atto costitutivo dell’Ufficio d’Ambito (organismo previsto in sostituzione dell'assemblea dell'ATO, trasformata in semplice organo consultivo)

Il Comitato aveva inviato/consegnato una lettera a tutti i sindaci e ai consiglieri provinciali per chiederne proprio la sospensione. Il 28 giugno, infatti, era all’OdG del consiglio provinciale l’approvazione dell’ente.

Oltre a inviare le lettere il comitato ha organizzato un presidio e una delegazione ha partecipato alla riunione dei consiglieri di minoranza, presente anche Gatti del CdA del consorzio dell’ATO.

Durante la riunione è stato evidenziato come con la soppressione dell’A.ATO anche i cittadini (oltre che alla più parte dei comuni) si vedrebbero esclusi dalla possibilità di conoscere e presenziare alle assemblee in cui vengono discusse e votate le decisioni sull’acqua, considerato che le riunioni dell’Ufficio d’Ambito non sono pubbliche (a differenza delle assemblee dell’A.ATO). A questo proposito, e sarà un punto sul quale il comitato si batterà, la direttiva 2000/60 CE prevede la partecipazione attiva di tutti i soggetti coinvolti, tra cui i cittadini.

Tutti i presenti hanno concordato di chiedere un rinvio dell’istituzione dell’Ufficio d’Ambito almeno al 30 settembre e, nel caso non venissero modificate la legge nazionale e regionale, preparare, da parte del comitato, un emendamento che preveda la modalità di partecipazione attiva e reale dei cittadini e proporre delle modalità di gestione.

Al termine della riunione il comitato ha consegnata la lettera di richiesta sospensione al Presidente della Provincia.

In contemporanea si era riunita l’assemblea dei sindaci dell’ATO, dove Gatti si è recato terminata la riunione dei consiglieri di minoranza.

L’assemblea dei sindaci ha deliberato per la proroga della durata del Consorzio al 30 ottobre 2011 e Mascetti, presidente del CdA, ha comunicato la decisione presa al consiglio provinciale.

L’istituzione dell’Ufficio d’Ambito era già prevista per fine maggio/primi di giugno e si era ottenuto un primo rinvio a dopo il referendum.

Sul il rinvio ad ottobre e la partecipazione del comitato al tavolo di discussione e preparazione degli emendamenti, secondo ed importante risultato, hanno sicuramente influito l'esito referendario e le iniziative specifiche intraprese nelle ultime settimane.

Come emerso anche dall'assemblea nazionale del comitato, tenutasi a Roma il 2 e 3 luglio, la partita é quindi aperta, il popolo italiano in maggioranza ha deciso: fuori il mercato e fuori ii profitti dall'acqua.

Sarà compito dei comitati, diffusi in modo capillare nel territorio, custodire e difendere il voto e dovere delle parti politiche trasformare il voto in cambiamento reale.

Visite: 1751
0
0
0
s2smodern
I cookie rendono più facile per noi fornirti i nostri servizi. Con l'utilizzo dei nostri servizi ci autorizzi a utilizzare i cookie.
Maggiori informazioni Ok Rifiuta